Salari e onorari

Quanto guadagnano veramente gli sceneggiatori e le sceneggiatrici nonché i registi e le registe, se si considerano gli introiti in base al tempo che occorre per realizzare un film? Nel 2019 e nel 2020/21, l’ARF/FDS ha eseguito un sondaggio sulla questione per ottenere dati e fatti significativi. In occasione delle giornate del film di Soletta 2020 sono stati presentati i primi risultati. Sono deludenti: la maggior parte dei cineasti lavora al di sotto del salario minimo.

Il gruppo di competenza «Onorari & salari” porta avanti questa campagna: l’obiettivo è di imporre salari equi e socialmente accettabili per la sceneggiatura e la regia – sia nel settore cinematografico che televisivo.

A tale scopo, l’ARF/FDS

  • stabilirà salari di riferimento,
  • si impegnerà a migliorare i modelli di contratto,
  • condurrà negoziazioni con la SSR,
  • eserciterà pressione presso le istituzioni promotrici della Confederazione e delle regioni, affinché non vengano più accettati salari e onorari socialmente non ammissibili.

Inoltre, vanno chiarite e rese più trasparenti le regolamentazioni attorno ai diritti d’uso, alle tipologie di contratto, alle prestazioni sociali e alla previdenza per la vecchiaia.

E va da sé, che vogliamo sostenere attivamente i nostri membri nell’imporre le loro richieste e nel far rispettare i contratti.

Contatti: Lisa Blatter e Christa Capaul

Questo sito web utilizza i cookie per garantire la migliore esperienza sul nostro sito webInformativa sulla privacy