Antenne Romande

Gruppo d’interesse degli sceneggiatori e dei registi romandi.

L’Antenne Romande si impegna per difendere gli interessi degli sceneggiatori e dei registi romandi a livello regionale e nazionale. Il gruppo è stato creato per risolvere i problemi specifici riscontrati dai cineasti romandi.

Creata in maniera informale nel 2016, l’Antenne Romande si è costituita ufficialmente in occasione di un’assemblea generale il 25 giugno 2020. Attualmente raggruppa un centinaio di cineasti attivi nell’ambito audiovisivo in Svizzera francese.

L’Antenne Romande vuole creare dei legami durevoli con le istituzioni regionali come Cinéforum, la RTS, l’AROPA (Associazione romanda della produzione audiovisiva), in modo che gli interessi degli sceneggiatori e dei registi vengano difesi più efficacemente. L’obiettivo dell’Antenne Romande è di migliorare e perpetuare il lavoro di creazione cinematografica nella Svizzera francese.

L’Antenne Romande informa gli sceneggiatori e i registi romandi sulle iniziative dell’ARF/FDS, informando sul lavoro e sull'importanza della nostra associazione attiva a livello nazionale. L’Antenne Romande vuole anche essere un luogo di scambio, consulenza e sostegno fra sceneggiatori, registi, produttori e finanziatori, ma anche – e questo è importante – fra cineasti affermati e nuove leve.

L’Antenne Romande si prefigge di partecipare alle manifestazioni regionali e nazionali che, nell’interesse del cinema svizzero, permettono all’ARF/FDS di influire sull’insieme del settore cinematografico svizzero.

Gli sceneggiatori e i registi che non sono membri dell’ARF/FDS ma sono comunque interessati alla difesa dei loro interessi, possono pure fare parte di Antenne Romande. Non sono previsti né contributi né tasse d’iscrizione.

Se volete unirvi a noi, basta inviare un’ con allegato il vostro curriculum. Le condizioni d’ammissione sono le stesse di quelle dell’ARF/FDS.

L'ufficio dell’Antenne Romande è così composto:

Nicole Borgeat (co-presidentessa e membro del comitato dell’ARF); François-Christophe Marzal (co-presidente); Géraldine Rod (membro del comitato dell’ARF); Laurent Graenicher, Léo Maillard, Aurélie Mertenat, Adrien Royer, Romed Wyder e Ruxandra Zenide.

Contatto: e

Questo sito web utilizza i cookie per garantire la migliore esperienza sul nostro sito webInformativa sulla privacy